LA CUCINA IN PROVINCIA DI CATANIA

 

Catania rappresenta in Sicilia la città industrialmente più sviluppata. La sua provincia conta parecchie aziende agricole tra le più grosse e attrezzate del meridione. Sviluppatasi su una vastissima piana dominata dal vulcano più alto d’Europa, l’Etna, la città ha mantenuto sempre il contatto con le realtà contadine. Il risultato gastronomico è una cucina molto semplice, con sapori che sembrano nascere da preparazioni più elaborate e raffinate.

Anche qui, come per le province di Ragusa e Siracusa, la schiacciata è il piatto più popolare. La domenica e vicino il carnevale è d’uso preparare i maccheroni al ragù con falsomagro, trito di carne di vitello o maiale, salsiccia, pomodoro, vino rosso, piselli e patate.

Una gloriosa ricetta, ormai realizzata in tutte le parti dell’isola, è la pasta alla Norma, preparata con pomodoro, melanzane, aglio e basilico fresco; completa la pietanza un’ottima ricotta salata al forno.

Per chi vuole scegliere paste condite con pesce può chiedere la classica pasta con i mascolini (alici bianche): al pesce più pescato nella zona viene aggiunto aglio, prezzemolo e pecorino piccante grattugiato.

Ottimi gli spaghetti col sughetto di ricciola, il risotto alla marinara con gamberi, patelle, calamari e cozze e gli spaghetti al nero di seppia.

Passando tra Casal Floresta e S. Domenica di Vittoria potrete trovare dei ristoranti specializzati nellarrosto di castrato e di agnello. Nel bosco Etneo, le interiora di capretto (stigghiola) avvolte da cipollina, prezzemolo, timo e cotte alla brace hanno un sapore veramente unico.

Lungo la costa troviamo molte varietà di pesce: sarago arrostito condito con salsetta salmoriglio (olio, limone, origano, sale e pepe), sauri fritti c sfumati all’aceto e l’aglio, mostella fritta o in brodetto, tambarello fritto o a trance.

Per chi ha gusti particolari, a Paternò, vista la vicinanza con il Simeto, il fiume più grande della Sicilia, vengono pescate le rane per essere cotte a zuppetta.

Anche nella provincia di Catania, come un po’ in tutte le altre zone della Sicilia, i dolci tipici sono fatti a base di mandorle ma vanno ricordati gli inconfondibili cannoli.

Lascia un commento