LE ISOLE EGADI E PANTELLERIA

 

Le Isole Egadi, Favignana, Levanzo, Marettimo, e gli scogli Formica e Maraone sono lì, di fronte al porto di Trapani, vicine, a portata di mano.

Favignana dove ogni anno a maggio si ripete il rito antico della pesca del tonno, accoglie il visitatore con la regalità della Tonnara Florio, esempio imponente di archeologia industriale, ma anche con l’eleganza tipica dello stile liberty del Palazzo Florio; lo affascina con la limpidezza del suo mare ricco di storia ove si combatté la battaglia navale delle Egadi tra Romani e Cartagine. Si possono ammirare le sue cale bellissime: la Cala Rossa; la Cala Azzurra; la Cala Perciata e la Cala Rotonda.

Di fronte alla costa settentrionale di Favignana affiora l’isola di Levanzo, dai fondali ricchi di testimonianze archeologiche, la cui antichissima origine si scopre visitando la Grotta del Genovese ed osservando le pitture neolitiche di 5.000 anni fa raffiguranti animali, scene di caccia e danze rituali.

Nel tratto di mare tra Levanzo e Trapani vi si trova, Formica, sulla quale fu costruita dai Florio un’altra tonnara, oggi restaurata.

Marettimo è la più periferica delle isole dell’arcipelago ed anche la più elevata: raggiunge infatti 884 m al Pizzo Falcone. Già nota nell’antichità quale Hiera, fu lungamente possesso degli Arabi.

Preziosa, tra le coste siciliane e africane, è Pantelleria, la perla nera del Mediterraneo, terra insolita e sorprendente. Le cuddie, i 24 coni che circondano il cratere della Montagna Grande, le pozze d’acqua salmastra, le sorgenti termali confermano l’origine vulcanica dell’isola mentre i caratteristici dammusi, singolari abitazioni cubiche in pietra che punteggiano l’isola, ricordano che l’Africa è vicina. Splendide le coste frastagliate intervallate da deliziose calette e da qualche spiaggia. All’interno meritano una visita il lago dello Specchio di Venere, ricco di sali minerali e argenteo nelle notti di luna, la grotta di Sataria, leggendaria casa di Calipso, i bagnu asciuttu, sorta di saune naturali scavate nella roccia.

Famosa per la produzione dello zibibbo, del cappero e del vino moscato, l’isola è un centro turistico dalle grandi attrattive, con le sue splendide scogliere laviche e il mare limpido.

favignana-2915949_640

Lascia un commento